Copiare è bello, ma si arriva sempre secondi!

sentieri d'amoreNon me ne ero accorto, ma sto vantando un discreto record di copiature dei miei itinerari da compagnie di cammino concorrenti, segno del mio buon fiuto a trovare itinerari interessanti e della poca fantasia degli avversari che, invece di andare a sviluppare altre destinazioni, non trovano di meglio che venire sui miei passi.

E così inizio a vantare i seguenti tentativi di imitazione;

Mani e Peloponneso; un viaggio iniziato a fare nel 2005, unico nel suo genere perché si percorreva davvero l’itinerario descritto dal grande Patrick Leigh Fermor e con qualche gruppo siamo stati persino a trovarlo, finché era ancora in vita.

Gozo; un’isola che ho iniziato a proporre già nel 2008 e che mi aveva affascinato per le sue scogliere imprevedibili e spettacolari e per il magnifico mix di cultura, tradizioni, cibo e lingue. Ora lo abbiamo riproposto anche noi di Walden, ma qualcuno ha voluto lo stesso copiarlo.

via liciaLa Via Licia; un sentiero che ho aperto per primo nel 2004, quando ancora era conosciuto solo a pochi ed era davvero un’avventura. Con Kate Klow siamo diventati amici e ormai sono più di 10 anni che lo percorro, trovando sempre la soluzione migliore per goderlo in assoluta tranquillità. Qui addirittura non solo copiano, ma offrono il viaggio a prezzi ribassati, quasi che le emozioni fossero a saldo. Buona fortuna per chi va con la concorrenza!

Karpathos; un altro di quei viaggi che porto nel mio cuore dal 2004 e che molti hanno tentato di rifare, ma invano. Inutile che anche qui si cerchi di copiare un’emozione, anche qui a prezzo scontato. Continuerò a portarci comunque i miei camminatori per rispetto ai suoi abitanti, quelli veri, che con il turismo possono avere ancora una possibilità di non abbandonare la loro terra.

Per finire mi accorgo che mi copiano anche la mia proposta in Inghilterra. L’anno scorso ero andato sul Vallo di Adriano e pensavano di copiarmi, ma io gli ho fatto vedere il compito sbagliato e quest’anno porterò gli amanti del paesaggio inglese su un itinerario ancora poco conosciuto e un po’ più a nord del vero Vallo; il St. Cuthbert Trail.

Per il prossimo anno mi aspetto altre misere copiature, ma già sto preparando altri itinerari nuovi e stuzzicanti e, a chi mi legge in malafede, rivolgo le parole di Wendel Berry tratte dal “Manifesto del contadino impazzito”;

cropped-dscn9836_3191.jpgSii come la volpe

che lascia molte più tracce del necessario,

alcune nella direzione sbagliata.

Pratica la resurrezione.

Vi terrò aggiornati!

p.s. per vedere tutti i miei viaggi andate qui!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...